Caspar, tramandare i dati digitali

Grazie ai finanziamenti della UE sono stati messi a punto strumenti basati su un software open source che consentono di preservare i dati archiviati in formato digitale e ne garantiscono l’accesso e la comprensione per un futuro indefinito. Il programma di ricerca CASPAR (Cultural, Artistic and Scientific knowledge for Preservation, Access and Retrieval – Conservazione, accesso e recupero delle conoscenze culturali, artistiche e scientifiche) della UE ha visto la partecipazione di ricercatori dei seguenti paesi: Repubblica ceca, Francia, Grecia, Israele, Italia e Regno Unito. Il progetto, che integra iniziative quali Europeana, la biblioteca digitale europea, ha beneficiato di un contributo della UE di 8,8 milioni di EUR (su un costo totale di 15 milioni) nell’ambito del programma di finanziamento della ricerca della Commissione europea (Sesto programma quadro 2001-2006). (altro…)

settembre 24, 2010 at 12:58 pm Lascia un commento

Second Life “vive” ancora

Bel video via Alice in SecondWorld

maggio 20, 2010 at 8:04 am 2 commenti

Eco: “La memoria digitale non ha futuro”

«Oggi (rispetto al passato) è diverso, si ricorda tutto e nel web – ha detto Umberto Eco, il 15 maggio al Salone del Libro di Torino – c’è quello che vi mettono insigni studiosi come quello che scrivono i peggiori cretini, ci sono i negazionisti e i testimoni del lager, e questa massa di informazioni ci impedisce di capire subito cosa conservare e cosa no, senza parlare del problema dei supporti. Abbiamo i più capienti, ma anche i più effimeri. Sappiamo che il papiro supera i 2000 anni, la carta a stampa i 500, ma nessuno sa quanto potrebbe durare un floppy disk, visto che non ci sono più strumenti per leggerli e così sta accadendo con i cd e, magari, presto con le chiavette usb. Del resto, cosa accadrebbe, se un black out o qualche incidente cancellasse i dati delle banche, se queste non li conservasse anche su carta?».

maggio 17, 2010 at 12:59 pm Lascia un commento

Da settembre le riprese real life di VolaVola

VolaVola/FlyMe passa dall’opera in machinima alla pellicola cinematografica. «E’ un cartone – dice Alessandro Haber, protagonista del lungometraggio narrativo di Berardo Carboni – di cui a settembre faremo un film». L’occasione per annunciare il passaggio dai pixel ai fotogrammi è stata data dal recente Riff di Roma, quando in una serata al Nuovo Cinema Aquila è stata annunciato un secondo film. La pellicola sarà prodotta nel 2010 in un contesto in gran parte reale, integrando l’uso delle tradizionali tecniche cinematografiche e la partecipazione di veri attori con l’utilizzo di avatar che interagiranno anche in ambienti fisici. Il cast è composto da alcuni dei più conosciuti avatar del Metaverso: Aimee Weber, Frank Koolhaas (cioè  Mario Gerosa, coautore con Carboni dello script), Fau Ferdinand, Bibbe oh. Le loro voci, nella versione italiana, sono doppiate da attori tra cui Alessandro Haber, Sabrina Impacciatore, Federico Rosati e Sofia Vigliar e doppiatori come Roberta Pellini, Andrea Mete e Flavio Aquilone. (altro…)

aprile 21, 2010 at 12:49 pm Lascia un commento

Second Life come spazio per l’arte?

Per il ciclo delle “Conversazioni sul futuro di Internet”, incontri per capire cosa sta succedendo e quali siano gli sviluppi più interessanti della rete organizzati da Imparafacile Runo, la seconda giornata – in programma alle 22 di giovedì 22 aprile (Auditorium I-Box dell’Isola Imparafacile) – è dedicata all’arte e alla creatività. Si tratta di due ambiti che in Second Life hanno trovato un terreno molto fertile di sviluppo, con riflessi che nel metaverso si ripercuotono positivamente in molti altri settori, come la comunicazione, l’architettura e la moda. Il tema sarà introdotto da Mexi Lane (Marina Bellini) con  riflessioni sul cambiamento di Second Life (grande laboratorio di idee e avanguardie artistiche), l’evoluzione dell’avatar e tendenze della moda e la comunicazione crossmediale nelle creazioni artistiche: le mostre dei Musei del Comune di Roma transitano anche per SL. Infine un argomento, ben noto a Bellini che lavora per conto del Comune di Roma a questo genere di eventi, come si trasporta una mostra dal Museo a Second Life. (altro…)

aprile 19, 2010 at 6:17 pm 1 commento

Michelangelo tra gli avatar fino a fine aprile

Si chiude il 30 aprile, nella sim di Experience Italy su Second Life, l’installazione dedicata a “Michelangelo architetto a Roma”. Alcuni dei disegni del Maestro, provenienti dalla Collezione della Casa Buonarroti, sono transitati eccezionalmente in Second Life, grazie all’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma e a Zétema che sostiene la comunicazione dei Musei in Comune 2.0. L’installazione, curata da Micaela Cini (Micalita Writer), Salima Venditti (Mila Tatham), Andrea Roberto Dosi (rodroguez Imako), Patrizia Nofi (Patrizia Blessed), con la direzione artistica di Marina Bellini (Mexi Lane), si snoda in un percorso onirico a 1000 metri d’altezza. Fisponibili in loco abiti rinascimentali da uomo e da donna, creati appositamente da Ardigraf Design e Donna Flora per vestire gli avatar.

aprile 18, 2010 at 7:39 pm Lascia un commento

A Roma il diario di un’intelligenza artificiale

Angel_F, Autonomous Non Generative E-volitive Life_Form, è (anche) un libro. Sabato 17 aprile alle 19, al Forte Prenestino di Roma, in occasione della terza edizione del Node Fest (dopo le tappe di Parigi ed Istambul) sarà presentato “Angel_F. – Diario di una Intelligenza Artificiale” 2010. Una vita vissuta creativamente a cavallo tra la dimensione digitale e quella cosiddetta reale che viene raccolta in un testo da consegnare alla memorialistica umana. La consegna alla storia di qualcosa di apparentemente impalpabile, emotivo e/o relazionale che racconta agli uomini loro stessi un punto di vista singolare e sorprendente. Il volume – un pdf già liberamente scaricabile e (anche) un cartaceo per i tipi di Castelvecchi (novembre 2009) – è firmato da Salvatore Iaconesi (xDxD.vs.xDxD) – hacker, artista, raver, ingegnere elettronico che ha creato il suo primo software a  dodici anni – e da Oriana Persico (penelope.di.pixel), lettrice compulsiva, blogger, diarista. Si tratta del racconto del primo anno di vita della creatura nata dalla relazione tra Biodoll, prostituta digitale, ed il professor Derrick de Kerckhove. (altro…)

aprile 16, 2010 at 10:53 pm Lascia un commento

Articoli meno recenti


Categorie

Feeds